Il punto di agopuntura: 1PC “Colui che accoglie”

di Simone Falorni – Naturopata 

PC01 TIANCHIPC1 è un punto di agopuntura che porta il nome di Tiān Chí, Bacino del Cielo, conosciuto anche come Palazzo della salute. E’ collocato al lato esterno del capezzolo, luogo che ha a che fare con il nutrire per quanto riguarda la donna e zona dove l’uomo “si batte il petto” prima di iniziare un combattimento, solitamente per difendere qualcuno. Prima di offrire una visione sulle funzioni del punto cerchiamo di collocarlo. PC1 è uno dei nove punti del Meridiano principale del Ministro del Cuore. In altre tradizioni dell’agopuntura viene chiamato Maestro del Cuore, così come Pericardio.  Queste differenze, di fatto, indicano che il Ministro del Cuore ha diverse funzioni che andremo brevemente a delineare. Prima, è utile però accennare al rapporto che c’è tra Ministro del Cuore e Cuore secondo la Medicina Cinese. Sul piano simbolico, il Cuore incarna l’Imperatore, colui che attraverso le proprie domande consente di “conquistare” il mondo attraverso la padronanza e la chiarezza (Shen Ming). Il Ministro del Cuore è il più stretto consigliere dell’Imperatore, colui che lo istruisce, lo protegge e porta i suoi messaggi a tutti gli altri funzionari. Il Cuore permette di perseguire il proprio mandato, il  Ministro del Cuore preserva la sanità mentale. Il Cuore ha a che fare con i sentimenti, il Ministro del Cuore con la ragione. Il Cuore è spontaneità, il Ministro del Cuore è controllo. Il Cuore è un fuoco imperiale, il Ministro del Cuore è un fuoco ministro, ovvero ha origine dall’acqua, ciò che controlla il fuoco. Il Cuore è per l’esterno, il Ministro del Cuore è per l’interno, per l’intimità.

Negli antichi testi il Meridiano del Cuore non viene descritto. Si fa riferimento solo a quello del Ministro del Cuore, come se l’accesso al Cuore non potesse avvenire se non attraverso il suo Ministro. In tradizioni più recenti, si parla anche del Meridiano del Cuore che ha nove punti come quello del Ministro del Cuore.

In altre parole, Cuore e Ministro del Cuore sono come il diritto e il rovescio di un tessuto. Inseparabili.

Portando l’attenzione sul Ministro del Cuore, abbiamo detto che le sue funzioni sono diverse. In estrema sintesi ne possiamo individuare tre. La funzione di Maestro (Xin Zhu), quella di Protettore (Xin Bao Lou) e quella di Ambasciatore (Shan Zhong). Il Maestro offre ospitalità al Cuore, lo asseconda nel suo andare nell’esistenza insegnandogli a ragionare.  Il Protettore, difende il Cuore, gli offre sicurezza e lo mette in guardia dai pericoli. L’ambasciatore diffonde il messaggio del Cuore, ovvero la gioia. Possiamo vedere queste funzioni immaginando il ruolo dei genitori con un figlio piccolo. Lo nutrono e lo educano, lo proteggono e organizzano le feste per lui.

Il punto che andiamo a raccontare oggi è il primo punto del meridiano del Ministro del Cuore, PC1, Bacino del Cielo. La funzione del bacino è proprio quella di accogliere l’acqua che viene dal Cielo.

PC1 è un punto Finestra del Cielo, è “il raccoglitore di tutti i Cieli”. Ciò vuol dire che accoglie le acque del Cielo Anteriore e le Acque del Cielo Posteriore. Ciò che è innato e ciò che è acquisito.

PC1, quindi, ci parla della capacità che abbiamo di accogliere in noi il Cielo, o ciò che proviene dal Cielo, o meglio dai Cieli. Tale accoglienza avviene dagli orifizi superiori, interpretando la realtà, e dalla nostra Costituzione, accettando la  nostra natura.

PC1 offre al Cuore la sintesi di quello che viviamo e di quello che siamo, e ci insegna che accogliendo, abbiamo la possibilità di  ricreare il Cielo in Terra, e questo vuol dire offrire “un altro Cielo a immagine”.

Quando PC1 non svolge le sue funzioni, sul piano fisico, ci sarà una tendenza alla paralisi, all’incapacità di muovere i quattro arti. Avremo congestione in alto, calore agli orifizi e sentiremo oppressione al petto. Un altro segno caratteristico è il dolore della spalla la notte, che simbolicamente indica l’incapacità di gestire aspetti della vita che viaggiano al di sotto della nostra coscienza. Sul piano comportamentale, si avrà difficoltà ad esprimere e offrire se stessi, provocando tristezza e angoscia. Non si vede chiaro, non si comprende e per questo si tengono le braccia conserte. La tendenza è alla chiusura, il contrario dell’accoglienza.

Infine, il trattamento di PC1 sarà utile a quelle persone che non riescono ad accogliere, ovvero accettare il mondo e accettare se stesse.